Lecce Fashion Week 2016

CALCAGNILE ACADEMY IN PASSERELLA AL LECCE FASHION WEEKEND

Sabato 3 e domenica 4 dicembre 2016 sfilano le capsule collection dei giovani talenti della scuola di moda.

Calcagnile Academy presenta le collezioni moda degli allievi, sabato 3 e domenica 4 dicembre, presso l’ex Manifattura Tabacchi di via Lequile 33 a Lecce, sulla passerella del famoso Fashion Weekend made in sud.

A sfilare due capsule originalissime, “ID-code” e “Pareidolia”, realizzate dagli studenti dei corsi in fashion design (Grazia Neglia, Noemi Madaro, Joly Monte, Anna Lucia Rizzello, Ezia Divincenzo, Maria Pia Rubino, Riccardo Preite, Miriam Cezza) e modellistica (Sara Marinaci, Luana Pugliese, Gaia Contestabile Ciaccio, Anna Chiara De Vito, Martina Meleleo, Giusy Balsamo, Enrica De Lucreziis, Ludovica Giannone) affiancate da due collezioni, “Le charme de fleur “ e “Hanami”, di due giovani talenti dell’Academy, la diplomanda Arianna Laterza e la neodiplomata Marta Maggioni.

“ID-code” è una collezione fresca e profonda, ispirata al concetto di identità, realizzata attraverso un’opera di restyling che indaga i vari aspetti dell’essere. Da Sartre al mondo virtuale, dall’ “occhio” come strumento di introspezione e giudizio, alla contrapposizione del bianco e nero che rappresentano l’io reale e quello immaginario, il tutto in un sogno “portato” sulle spalle come desiderio di cambiamento.

“Pareidolia” è invece ispirata dalla folle maestria di Giotto, Leonardo da Vinci e Dalì, è un viaggio onirico all’ interno delle molteplici realtà che il nostro istinto è in grado di proporre.

L’ illusione ottica, l’impulso, la forza inconscia e il sogno si manifestano in geometrie irregolari, forme e volumi di nuova immaginazione, in un turbinio di creatività e fantasia sfrenata.

Idee chiare per la giovanissima acquavivese Arianna Laterza che sin da piccola disegna abiti per le bambole. La sua capsule “le charme de fleur” è un giardino di abiti che sfiorano il pavimento, forme fluide e sinuose, tessuti ricamati caratterizzati da petali che giocano con elegante effetto vedo non vedo, declinati in rosa confetto, blu oltremare, bianco e tonalità pelle, impreziositi da accessori color oro e coroncine di fiori.

Atmosfere orientali per Marta Maggioni con “Hanami”, letteralmente “ammirare i fiori”; una linea ispirata a boccioli a tinte tenui chiamati Sakura e al mondo delle Geishe. Forme femminili che sottolineano il punto vita e modelli a linee fluide e morbide, con un soffuso rimando all’abbigliamento e ai kimono delle “donne dai piedi di loto”, alla cerimonia del tè e alle silenziose passeggiate tra i lunghi viali alberati.

Creatività distinte accomunate da un severo ma piacevole lavoro di ricerca. Sogni, immaginazioni, ispirazioni bucoliche e giardini fioriti. Calcagnile Academy e i suoi talenti sono stati i protagonisti di questo entusiasmante fine settimana all’ insegna della moda e della sperimentazione.