Introduzione al Personal Branding: alla ricerca del neo di bellezza

 

Incontro con Maria Teresa Salvati
calcagnile_personal_brandingCome si possono conoscere e valorizzare i punti di forza che caratterizzano una persona o un’azienda in modo univoco? In che modo è possibile ricercare il proprio tratto distintivo, capace di comunicare l’identità di un progetto in modo efficace?
Calcagnile Academy e toc-centre.org ospitano Maria Teresa Salvati, curatrice, docente e personal branding consultant.
Un incontro introduttivo alle strategie di Personal Branding, processi indispensabili alla ricerca di quel neo di bellezza, attivatore estetico in grado di esaltare le potenzialità del proprio lavoro.
Seguirà una breve presentazione delle più recenti metodologie di promozione social media per le nuove imprese.
Maria Teresa Salvati, Fondatrice ed Editor-in-Chief presso Slideluck Editorial. Direttore Europeo presso Slideluck. Personal branding consultant, attualmente insegna a Bari presso F. Project, School of Photography and Cinematography; e a Roma presso Officine Fotografiche.
Writer contributor per GUP Magazine. La sua attività di curatrice la porta in giro per l’Europa per promuovere fotografi emergenti affinché trovino il proprio “spot of beauty” e valorizzino la propria identità attraverso i social media.
4 aprile 2017 dalle ore 15 alle 18, presso Calcagnile Academy, Piazza Mazzini, 4 – Lecce
 
La partecipazione è gratuita per gli allievi di Calcagnile Academy e per i soci Exhibit (Associazione RC), la prenotazione è obbligatoria.
Per info e prenotazioni contattare il 338/2369189
 
info@calcagnile.com


Lecce Fashion Week 2016

CALCAGNILE ACADEMY IN PASSERELLA AL LECCE FASHION WEEKEND

Sabato 3 e domenica 4 dicembre 2016 sfilano le capsule collection dei giovani talenti della scuola di moda.

Calcagnile Academy presenta le collezioni moda degli allievi, sabato 3 e domenica 4 dicembre, presso l’ex Manifattura Tabacchi di via Lequile 33 a Lecce, sulla passerella del famoso Fashion Weekend made in sud.

A sfilare due capsule originalissime, “ID-code” e “Pareidolia”, realizzate dagli studenti dei corsi in fashion design (Grazia Neglia, Noemi Madaro, Joly Monte, Anna Lucia Rizzello, Ezia Divincenzo, Maria Pia Rubino, Riccardo Preite, Miriam Cezza) e modellistica (Sara Marinaci, Luana Pugliese, Gaia Contestabile Ciaccio, Anna Chiara De Vito, Martina Meleleo, Giusy Balsamo, Enrica De Lucreziis, Ludovica Giannone) affiancate da due collezioni, “Le charme de fleur “ e “Hanami”, di due giovani talenti dell’Academy, la diplomanda Arianna Laterza e la neodiplomata Marta Maggioni.

“ID-code” è una collezione fresca e profonda, ispirata al concetto di identità, realizzata attraverso un’opera di restyling che indaga i vari aspetti dell’essere. Da Sartre al mondo virtuale, dall’ “occhio” come strumento di introspezione e giudizio, alla contrapposizione del bianco e nero che rappresentano l’io reale e quello immaginario, il tutto in un sogno “portato” sulle spalle come desiderio di cambiamento.

“Pareidolia” è invece ispirata dalla folle maestria di Giotto, Leonardo da Vinci e Dalì, è un viaggio onirico all’ interno delle molteplici realtà che il nostro istinto è in grado di proporre.

L’ illusione ottica, l’impulso, la forza inconscia e il sogno si manifestano in geometrie irregolari, forme e volumi di nuova immaginazione, in un turbinio di creatività e fantasia sfrenata.

Idee chiare per la giovanissima acquavivese Arianna Laterza che sin da piccola disegna abiti per le bambole. La sua capsule “le charme de fleur” è un giardino di abiti che sfiorano il pavimento, forme fluide e sinuose, tessuti ricamati caratterizzati da petali che giocano con elegante effetto vedo non vedo, declinati in rosa confetto, blu oltremare, bianco e tonalità pelle, impreziositi da accessori color oro e coroncine di fiori.

Atmosfere orientali per Marta Maggioni con “Hanami”, letteralmente “ammirare i fiori”; una linea ispirata a boccioli a tinte tenui chiamati Sakura e al mondo delle Geishe. Forme femminili che sottolineano il punto vita e modelli a linee fluide e morbide, con un soffuso rimando all’abbigliamento e ai kimono delle “donne dai piedi di loto”, alla cerimonia del tè e alle silenziose passeggiate tra i lunghi viali alberati.

Creatività distinte accomunate da un severo ma piacevole lavoro di ricerca. Sogni, immaginazioni, ispirazioni bucoliche e giardini fioriti. Calcagnile Academy e i suoi talenti sono stati i protagonisti di questo entusiasmante fine settimana all’ insegna della moda e della sperimentazione.