Capsule Collection: cosa significa?

Per delineare il significato di capsule collection è necessario fare un salto nel 

passato, precisamente negli anni ’70 con Susie Faux, proprietario di una 

delle più storiche boutique londinesi “Wardrobe”, che inventò la terminologia 

Capsule Wardrobe”, termine che indicava la raccolta di capi essenziali nell’armadio 

di una persona.

La celebre stilista americana Donna Karan rese poi celebre questo termine e 

presentò una capsule collection di 7 pezzi intercambiabili tra loro.

Per la creazione di una capsule collection è necessario seguire 5 regole fondamentali:

– Scegliere una cromia di base;

– Scegliere attentamente linee e tagli d’abito;

– Scegliere capi classici da rivedere in chiave moderna;

– Scegliere attentamente i tessuti;

– Creare un total look.

Con il passare degli anni, inoltre, questo termine ha in parte cambiato il suo 

significato originale, andando a indicare le collaborazioni di marchi di lusso con 

brand low cost come H&M, Topshop, Bershka e Yoox.

Di fatto “capsule collection” è divenuto un termine che descrive linee di 

abbigliamento che ripescano nel passato i prodotti che hanno fatto storia e 

diventati iconici e vengono rivisti con occhi moderni sia per materiali che per finiture.

Previous
Next

Crea la tua Capsule Collection in Calcagnile Academy!

Consulta il piano di studi di Fashion Design e contattaci per un appuntamento personalizzato!

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.